A partire da settembre la nostra scuola ha aderito all’iniziativa dell’associazione Marevivo che dice “No alla plastica” ed è  diventata così una delle scuole “plastic-free”.

Questo progetto prevede l’eliminazione  di contenitori di plastica usa e getta all’interno delle scuole.
Non si possono quindi portare da casa le bottiglie di plastica, ma solo borracce o bottiglie di plastica dura, riutilizzabili.
Questo divieto non vale solo per i bambini, ma anche per gli insegnanti, i collaboratori e gli applicati di segreteria. Nel distributore automatico delle bevande, di conseguenza, al posto delle bottigliette d’acqua,  si trovano ora  lattine di metallo. Accanto alla macchinetta è stato collocato un apposito bidone dove gettare le lattine, debitamente schiacciate per ridurne il volume e pronte per il riciclo. Oltre a questo i bidelli ci incoraggiano nel caso in cui conferiamo un rifiuto nel contenitore non adatto,  mentre i docenti ci informano sulle caratteristiche dei diversi involucri e ci ricordano le regole per un riciclo corretto.

Molti di noi sono disponibili anche ad accogliere l’invito del Comune a tenere più pulite  le vie della nostra città.

Così con il nostro piccolo, importante contributo  cerchiamo di dare una mano all’ ambiente e contiamo sull’effetto domino che il nostro  esempio innescherà.

LORENZO CRUCIANI